NEWS
 

UNA NUOVA FRONTIERA PER LA CURA DEL TUMORE RENALE: LA CRIOTERAPIA PERCUTANEA


Il Reparto di Urologia di Dolo per primo nel Veneto introduce nella terapia dei tumori renali una nuova metodica mini-invasiva: la crioterapia percutanea TAC guidata. Questa tecnica consiste nel produrre una necrosi del tumore attraverso il freddo. Mediante l’impiego di sottili aghi inseriti nella lesione cancerosa sotto controllo TAC, il tumore viene “congelato”. Il raffreddamento avviene attraverso l’immissione di gas argon che consente di raggiungere temperature sino a -181° che determinano la morte delle cellule neoplastiche.
L’indicazione a questo trattamento è rappresentato da tumori renali di piccole dimensioni in pazienti in cui sia necessario preservare la funzionalità renale risparmiando la maggiore quantità possibile di tessuto renale.
Ad oggi, grazie anche ad una fruttuosa collaborazione con il Servizio di Radiologia di Dolo, sono già stati trattati con successo numerosi pazienti.
La crioterapia è una metodica che sta destando grande interesse in tutto il mondo e numerosi studi scientifici hanno dimostrato che i risultati raggiunti con tale tecnica sono sovrapponibili a quelli della tradizionale chirurgia conservativa.
Oggi pertanto presso l’Urologia di Dolo è possibile affrontare il problema del tumore renale con tutte le metodiche attualmente a disposizione della moderna chirurgia: intervento chirurgico “open” in tutte le sue varianti, videolaparoscopia e crioterapia.